Partecipiamo e pubblichiamo il programma del Convegno affinchè coloro i quali intendano partecipare possano aderire.
Don Oreste vive in tutte le persone che da lui sono state contagiate in un “trapianto vitale”.
Per noi, per la Comunità Papa Giovanni XXIII, questo convegno è un momento fondamentale. Non vogliamo ricordare, ma rivivere con lo stesso slancio, la stessa passione, lo stesso entusiasmo la profezia di don Oreste.  E lo vogliamo fare con il contributo di tutte quelle persone che da strade diverse e con carismi diversi si riconoscono in questa profezia. Vogliamo che questo incontro ci aiuti a cogliere i segni dei tempi.
Sarà un momento di ascolto, di riflessione e impegno che porterà a scelte mature e di giustizia, individuando precise linee di azione.
Don Oreste   era in unione intima, profonda, reale con Dio. Ciò  lo rendeva contemporaneo al Dio della storia, al Dio Gesù Cristo, alla passione di Dio per l’uomo povero e sofferente. Questa unione istantanea – dava del tu al Signore, lo vedeva faccia a faccia – lo rendeva presente alle vicende storiche e sociali.
È stato profeta nel leggere l’oggi di Dio e nel vivere il presente. Sapeva ascoltare e decodificare i messaggi che riceveva, anche a volte contraddittori, trovando una soluzione concreta dei problemi, sempre in questa lettura di giustizia, per il bene di tutti, con una opzione preferenziale dei poveri.
Questo convegno è un’apertura alla speranza. Lo sguardo di speranza è dato dal costituire mondi vitali nuovi, comunità vive, dove si esprime la  solidarietà, la condivisione dei beni. La proposta di don Oreste è stata anche di tipo economico: un’economia del gratuito, della restituzione, della condivisione, della giustizia distributiva. In cui nessuno è nell’abbondanza, ma nessuno è nell’indigenza. Dove ognuno esprime le proprie capacità, la sua originalità, i suoi valori per il bene comune.
Questa  è la grande sfida che vogliamo affrontare, a cui chiamiamo a rispondere  tutte le persone a cui, in qualche modo, don Benzi ha modificato la vita.

Venerdì 26 ottobre
ore 12 Piazza Cavour, lato Corso d’Augusto Animazione di piazza con musica dal vivo e danze.
A cura della Rete Centri per disabili della Ausl Rimini. Alla rete aderiscono enti e cooperative sociali della provincia di Rimini che si occupano di persone disabili e con handicap mentali. E’ uno spazio di scambio e di collaborazione, promuove momenti di formazione, di sensibilizzazione e di visibilità delle istituzioni che si occupano di disabilità. Al termine saluto dei responsabili della Ausl Rimini e delle autorità locali.

ore 14,30 105 stadium Apertura del convegno.

ore 16 Piazza Cavour, area della Vecchia Pescheria. Mercatino solidale
Ai banchetti della Comunità papa Giovanni XXIII, delle cooperative “la fraternità” e “il pungiglione” e del Rinnovamento dello Spirito è possibile comprare oggetti di artigianato da tutto il mondo, prodotti tipici di varie regioni italiane, abiti, borse, stoffe. Tutti i prodotti provengono da attività a favore di soggetti svantaggiati: disabili gravi, ex carcerati, ragazze vittime di prostituzione schiavizzata.
Piazza Cavour Apertura degli stand
20 gazebo: Agesci, Azione Cattolica Italiana, Rinnovamento dello Spirito, Pacha Mama per un commercio equo e solidale, Cooperativa Millepiedi, Coordinamento l’Italia sono anch’io, Gruppi di Acquisto Solidale, Volontarimini, Comunità Papa Giovanni XXIII. Le Associazioni presentano le proprie attività, promuovono campagne sociali, animano la piazza con le loro iniziative.

ore 16,30 Sala del Podestà, piazza Cavour.
Le esposizioni rimarranno aperte per tutta la durata del convegno
Inaugurazione di Frattur-Arte
Mostra di opere d’arte in mosaico realizzate da persone portatrici di handicap fisico e psichico. Dai frammenti di una vita scartata si può ricostruire, trasformare e creare, per dare forma a nuove idee personali, accettando la sfida di trovare o ri-trovare fiducia nelle proprie possibilità.
Preghiere di stoffa, esposizione
Immagini evocate dalla Parola. E’ il bisogno di relazione con Dio che passa attraverso il lavoro delle mani per meditare ciò che l’anima vive. Ogni quadro ha una storia: un sogno, un viaggio, una canzone. Tutto in materiale riciclato.

ore 17,30 Centro storico Buskers, artisti di strada
L’antica arte di strada: musicisti, giocolieri, clown, teatranti, aprono la festa.

ore 18,30 105 stadium S. Messa con il card. Stanislaw Rylko.

ore 19,30 Cineteca Gambalunga, via Gambalunga 27 Aperitivo interculturale

ore 20 Cineteca Gambalunga, via Gambalunga 27 Naufraghi resistenti, di Fabrizio Varesco da un’idea di Andrea Canevaro
Essere marginali e scoprire di non essere soli, da sempre.  Un percorso di consapevolezza e utilità sociale.

ore 20 Giardinetto delle mimose, piazza Cavour Apertura dei punti di ristoro

ore 20 Stand della “scuola del gratuito”, piazza Cavour Per famiglie con bambini fino a 5 anni
Reading. Oreste gufo sempre sveglio
C’è storia più intrigante e curiosa di Oreste gufo sempre sveglio che giorno e notte va in giro a incontrare chi è in difficoltà, prendendosi cura di lui? Dedicato ai più piccoli, una lettura di favole per entrare nel mondo di don Oreste e dei suoi ultimi.
Al termine un mini-laboratorio di manualità, per portare a casa un piccolo ricordo.

ore 20 Piazza Cavour Mettiti in circolo! animazione di piazza
I giovani che hanno partecipato ai campi di condivisione, ai campi di lavoro e ai campi fuorilemur@, in Italia e all’estero, organizzati dalla Comunità Papa Giovanni XXIII si incontrano al Congrosso, abituale appuntamento di fine estate. Animano la piazza con giochi, canti e balli.

ore 21 Palco di piazza Cavour Don Oreste, Testimone e profeta per le sfide del nostro tempo
Serata presentata da Lorena Bianchetti, con:
Giovanni Paolo Ramonda, responsabile generale Comunità Papa Giovanni XXIII;
Stefano Vitali, presidente della Provincia di Rimini;
Andrea Gnassi, sindaco di Rimini.
Testimonianze dei responsabili delle associazioni.
Durante la serata presentazione di 4 campagne di sensibilizzazione sui temi dell’immigrazione, spese militari, carcere, servizio civile nazionale.

ore 21,30 Centro per le famiglie, piazzetta dei Servi, 1  per famiglie con bambini fino a 5 anni
Il clown Bretella presenta "Un party piratesco non autorizzato" e "il principe dell'arcobaleno"
Spettacolo interattivo di claunerie, magie e giocoleria comica, fantasie musicali, canzoni, sculture di palloncini e raccontastorie animate.
Iscrizioni per il ritiro biglietti da giovedì 18 ottobre presso Sportello Eventi, Centro per le Famiglie, piazzetta  dei Servi 1, Rimini, il martedì e giovedì ore 10-12.30 e sabato ore 10-12.30 - tel. 331 6325614

ore 21,30 Teatro degli atti, via Cairoli 42 Per famiglie con bambini fino ai 4 anni
Solo le pulcette non lo sanno, lettura-spettacolo A cura di A. Canducci Librillo – il virus della lettura,
Letture-spettacolo dedicate al tema dell’accoglienza, della reciprocità e dello scambio. Per sentire insieme l’effetto che fa il mettersi a disposizione, chiedere e donare, a volte si trovano parole che hanno il potere di costruire legami, curare, ricordare.
Iscrizioni per il ritiro biglietti da giovedì 18 ottobre presso Sportello Eventi, Centro per le Famiglie, piazzetta  dei Servi 1, Rimini, il martedì e giovedì ore 10-12.30 e sabato ore 10-12.30 - tel. 331 6325614

ore 21,30 Sala del giudizio, Museo della citta, via Tonini 1, Rimini
La comunicazione, strumento principe per la lotta alle ingiustizie, talk show
Talk show con la partecipazione di Monsignor Domenico Pompili, direttore dell’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della CEI, Mario Calabresi, direttore del quotidiano “La Stampa”, Alessandro Banfi, direttore di Videonews, testata giornalistica del gruppo Mediaset; Enrico Mentana, direttore TgLa7; Pier Luigi Vercesi, direttore di Sette, settimanale del Corriere della sera. Modera Lucia Bellaspiga del quotidiano Avvenire.

ore 21,30 Cinema teatro Tiberio, via san Giuliano 16 Dal basso, spettacolo
Dialoghi e note a bassa voce, per voce e basso, sulla figura di don Oreste Benzi e sulla Comunità Papa Giovanni XXIII, Un racconto a margine, fuori dagli stereotipi. Scritto, musicato e interpretato da Marco Brambini e Luca Marazzi.

ore 22 Palco di piazza Cavour Concerto dell'Orchestra di Piazza Vittorio
Musicisti che provengono da dieci paesi e parlano nove lingue diverse. Insieme, trasformano le loro variegate radici e culture in una lingua singola, la musica. E’ l’Orchestra di Piazza Vittorio. Partendo dalla musica tradizionale di ogni paese, mischiandola e intingendola con rock, pop, reggae, e classica, si arriva a una sonorità unica. L’Orchestra nasce e vive grazie a due aspetti fondamentali.  Il Viaggio e l’Incontro.
Il viaggio dei musicisti dalla loro terra nativa verso Roma.
L’incontro dei musicisti e dei loro repertori.

Sabato 27 ottobre ore 9 Sala del Podestà, piazza Cavour. Apertura delle mostre

ore 9 - 12.30 Vari luoghi Conferenze nella città di Rimini.

ore 12 Centro storico Buskers, artisti di strada
L’antica arte di strada: musicisti, giocolieri, clown, teatranti: una festa senza fine

ore 12,30 Piazza Cavour La necessaria presenza, danza
Azione danzata senza barriere, ideata da Donatella Cremonese su testi di Don Oreste Benzi.
Per rendere visibile l’incontro tra persone abili e diversamente abili, attraverso la tecnica della  contatto - improvvisazione basata sulla consapevolezza di sé, la relazione , la fiducia reciproca e il superamento del limite costituito dall’ausilio motorio.

ore 14,30 105 stadium Tavola rotonda “il vento favorevole a poco giova se il marinaio non sa dove andare”.

ore 18,30 105 stadium S. Messa con mons. Francesco Lambiasi.

ore 21 Piazza Cavour In Visibili, festa dei senza fissa dimora
Serata dedicata alla FESTA DEI SENZA FISSA DIMORA
 Curata dalla Capanna di Betlemme, Comunità Papa Giovanni XXIII, Rimini e da Agesci Rimini
Il 17 ottobre ricorre la giornata mondiale per la lotta contro la povertà indetta dalle Nazioni Unite. Ogni anno la Comunità Papa Giovanni XXIII propone un momento di festa e riflessione sulla vita dei senzatetto. Don Benzi andava nelle stazioni, in strada, nei parchi, e da questa intuizione sono nate le strutture di accoglienza per senzatetto della Comunità Papa Giovanni XXIII, le “Capanne di Betlemme”. Rendere protagonisti questi poveri è il modo migliore per concludere il convegno a lui dedicato. Si alterneranno testimonianze, performance di teatro dell’oppresso, proiezioni.

ore 21,15 Teatro Novelli, Piazza Cavour 27 Con le scarpe sempre ai piedi, spettacolo teatrale Un insieme di volti, storie che si intrecciano, parole in cui vive la voce di Don Oreste. "Non mettete i santi nelle nicchie" – diceva spesso.  Ovvero "se ciò che ha vissuto quella persona ti ha colpito, anche tu lo puoi vivere”. Lo spettacolo non fa memoria storica, ma vuole rendere attuale il messaggio che don Oreste ha testimoniato con la vita. La testimonianza teatrale come contenitore di appunti vari, come varia e poliedrica è stata la sua vita. Frammenti legati da un filo invisibile: la tenerezza, lo sguardo benevolo sull'uomo, l'amore ai piccoli e a Dio. Informazioni sulla prenotazione e prevendita biglietti chiama il num. 0541 909700

ore 21,30 Palco di piazza Cavour
In concerto: España Circo Este; Asabranca.